Una tecnologia eco-sostenibile certificata

L’importante presenza nel settore alimentare ha portato al conseguimento della certificazione in materia di sicurezza alimentare secondo il nuovo standard internazionale BRC/IoP.

L’azienda ha ottenuto anche la certificazione FSC per l’utilizzo di materiali eco-sostenibili sia in termini di riciclo, sia in termini di materiali a fibre la garanzia in questo caso della provenienza da foreste sottoposte a rimboschimento programmato.

Grazie a questa certificazione, Arti Grafiche Turini può applicare il logo FSC sui pack stampati.

Impegno ambientale

Sfruttando l’energia del sole e trasformandola in energia elettrica, gli impianti fotovoltaici non producono alcun tipo di inquinamento. Continuando ad aggiornare e modernizzare il proprio parco pannelli, Arti Grafiche Turini punta ad azzerare le emissioni di CO2 nell’ambiente e combattere in prima linea la lotta al riscaldamento globale, grazie a due impianti fotovoltaici per una produzione totale annua di energia pulita di circa 1,37 milioni di watt/h.

L’azienda sta lavorando per aggiornare tutta l’illuminazione all’interno dell’industria per una totale transizione al LED. L’illuminazione Led è più efficiente dal punto di vista energetico, ha una durata maggiore ed è più sostenibile a livello ambientale ed economico

In Europa la gestione delle foreste è basata su un modello sostenibile, per cui vengono piantati più alberi di quanti ne sono abbattuti. La certificazione FSC di Arti Grafiche Turini è garante di questa gestione.

Gli inchiostri e le vernici utilizzati in Arti Grafiche Turini sono a base di oli vegetali e viene richiesto ai propri fornitori di ricevere una dichiarazione di “non aggiunta intenzionale” per escludere la presenza di oli minerali MOSH e MOA.

La struttura dell’azienda è coperta da due impianti fotovoltaici che producono energia pulita per oltre un terzo del fabbisogno totale annuo.

Nell’ottica di un percorso verso la sostenibilità idrica, l’azienda ha installato su alcune linee di stampa dei filtri di ultima generazione, con l’obiettivo di ridurre del 20% lo scarto di acqua generato durante il processo produttivo.